Ti trovi qui:Home»News»I ragazzi delle nostre scuole riflettono sul 21 gennaio 1982

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Martedì, 21 Gennaio 2020 09:18

I ragazzi delle nostre scuole riflettono sul 21 gennaio 1982

Come ogni anno per ricordare e celebrare l'anniversario dell'attentato del 1982 sulla via Cassia pubblichiamo alcuni commenti dei nostri piccoli delle scuole di Monteroni.

La vita è come una piuma leggera

che si innalza alla prima folata

di vento.

A volte il vento è impetuoso,

altre più debole.

Ma alla piuma serve sempre coraggio,

per volare.

E quella dei carabinieri ne era talmente piena

Che ha sconfitto la paura del vento.

(ESTER PIPITONE)

 

Il coraggio non si dimostra DICENDO di essere coraggiosi, ma con i fatti. Tutti siamo capaci di dire che siamo coraggiosi, ma non tutti in quella situazione lo avrebbero dimostrato! (VALENTINA SAVELLI)

 

Il coraggio non si sconfigge pensando ma agendo; alcune volte si può avere fortuna, altre no, come nel caso di questi due giovani carabinieri. (HUSEN KARAHASAN)

 

Tutti hanno provato la paura, non tutti l’hanno superata; i due eroi non l’hanno superata, l’hanno battuta! (RAHIM MUTAS)

 

Mi dispiace per le loro vite perse! (GABRIELE BIANCUCCI)

 

Molte persone hanno paura di rischiare, invece altre hanno il coraggio di farlo ed a queste persone dovremo dire solo GRAZIE! (NOEMI MOGAVERO)

 

In certi casi ci vuole parecchio coraggio e altrettanta volontà! (NICCOLO’ GIGLIOTTI)

 

Il coraggio è la forza di lottare, di andare avanti e di ricordare quello che i due carabinieri hanno fatto per noi, sacrificando la loro vita. (GIORGIA D’IGNAZIO)

 

In tutti questi anni,

ancora oggi ricordiamo!

Due giovani impavidi

che hanno sconfitto il male,

pur avendo paura,

perché la paura non è tale,

se non esiste il coraggio.

(FRANCESCA MAI)

 

Questo fatto importante, dove due persone si sono sacrificate per lo Stato, non va dimenticato, ma ricordato sempre per avere in futuro, anche noi, quello stesso coraggio! (FRANCESCA PIERINI)

 

Il coraggio ha molti significati:

per alcuni vuol dire sconfiggere le proprie paure,

per altri vuol dire affrontare il destino,

ma per quei due carabinieri, che quel giorno si sono sacrificati,

vuol dire credere il qualcosa,

credere nello Stato italiano.

(MATTIA OLIVIERI)

 

Il coraggio è un’arma,

che tutti hanno,

ma pochi utilizzano

(AJLA BALJE)

 

Se non ci fossero stati questi due eroi, noi potremmo non esserci. Dobbiamo ricordarci il loro coraggio, il coraggio di rischiare e di esserne orgogliosi. (HATO MEHEMETI)

Ogni tanto dobbiamo pensare alla nostra vita, ma non solo…dobbiamo pensare anche a quella dei due carabinieri, che l’hanno sacrificata e, purtroppo, persa per salvare altre vite! (GIUSEPPE PIZZOLANTI)

Mi dispiace che due poliziotti, che pensavano a difendere i cittadini e a fare loro del bene, abbiano rischiato e perso la loro vita! (MISHEL SULO)

Quando siamo piccoli, abbiamo paura dei mostri sotto il letto, ma la mamma è sempre vicino a noi a proteggerci. Adesso che siamo grandi e possiamo essere in pericolo, arrivano in nostro soccorso persone come carabinieri e poliziotti che, pur di difenderci, si sacrificherebbero per noi. Ecco: questo sì che è coraggio. (MATILDE MICHELANGELI)

Grazie per aver protetto la vostra patria in modo eroico e per questo sarete ricordati: gli eroi non muoiono mai come le vostre vite innocenti! (CHRISTIAN SALVA’)

Bisogna mettere un punto alla storia, ma per mettere un punto come la morte ci vuole coraggio! (VALENTINA MORIELLO)

E’ importante ricordare questi due ragazzi, che con coraggio hanno svolto il loro compito, pur sapendo che avrebbero potuto correre un grande rischio; hanno perso per proteggere noi cittadini e trovo che questo sia un gesto molto nobile (IRENE VANNELLI)

Giuseppe Savastano ed Euro Tarsilli, due giovani carabinieri; con il vostro coraggio avete donato la vostra vita per salvare la nostra! Ricordarvi è un piccolo gesto di fronte a voi! (LEONARDO FIORAVANTI)

Avete avuto coraggio per la vostra patria, avete avuto coraggio e nonostante mancasse pochi giorni alla fine del vostro incarico, voi avete rischiato tutto con lealtà, perché voi eravate uomini con la u maiuscola, che di coraggio ne hanno a non finire! (ANDREA MALCANGIO)

Due vite spezzate, spezzate dal coraggio, il coraggio nobile e puro di difendere la propria patria, il proprio Paese. Così li dobbiamo ricordare: coraggiosi e nobili! (GRAZIA PISANU)

Il coraggio che hanno dimostrato i due carabinieri fa loro onore ed il loro gesto eroico, che purtroppo li ha portati alla morte, ha salvato i cittadini del loro paese. (ALESSANDRO LIVI)

Non c’è nulla di certo nella vita di un uomo, tranne il fatto che prima o poi debba perderla, sta a lui decidere se con coraggio o con timore: loro hanno scelto il coraggio! (SOFIA DE ANDREIS)

Il coraggio tutti lo hanno; facendo azioni pericolose si pensa di dimostrarlo, ma non si capisce che il coraggio sta nelle piccole cose…come quello di questi giovani, che hanno salvato altre vite…quindi l’unica parola che possiamo dire a questi ragazzi è GRAZIE! (ALICE PETRI)

21 gennaio 1982: è successo trentotto anni fa. La morte dei due ragazzi fa capire il loro amore per la propria patria. Dobbiamo prendere esempio: compiere il proprio dovere (LINDA CECCHI)

Io vorrei fare un ringraziamento speciale ai carabinieri, che sono stati uccisi; non se lo meritavano, stavano solo facendo il loro lavoro. Il coraggio che ognuno di noi ha è diverso, è personale, ma è grazie ad esso che noi viviamo (GIULIA MUGNAINI)

Due giovani ragazzi che, per svolgere il loro dovere, hanno dato la loro vita; potevano scegliere un’altra strada e sopravvivere, ma non l’hanno fatto. Questo dimostra il loro coraggio, che molti di noi non hanno. Bisogna capire che hanno dato la loro vita per salvarne altre: sono i nostri eroi! (SELMA ESE)

Dietro ogni impresa di successo c’è sempre qualcuno che ha preso una decisione coraggiosa: è quello che accadde ai carabinieri di Monteroni d’Arbia! (ARMINA NEMCE)

Anche se sono passati molti anni non dobbiamo smettere di ricordare ciò che hanno fatto i due giovanissimi carabinieri per salvare la vita a delle persone innocenti. Grazie per il vostro altruismo e per il vostro coraggio! (CATERINA CICALI)

In un giorno di ordinaria follia, di tanti anni fa, due giovani carabinieri hanno perso la vita per mano di alcuni terroristi a Monteroni d’Arbia. Saranno stati ragazzi pieni di speranze e progetti per il futuro che, in un batter d’occhio, hanno smesso di vivere, mentre cercavano di svolgere al meglio il proprio dovere. Immagino il dolore delle loro famiglie, la sofferenza provata; penso che il loro sacrificio non vada dimenticato (DARIO CASATI)

In un tempo, per noi ormai lontano,

successe a Monteroni un episodio molto oscuro.

Un gruppo terrorista, da tutti conosciuto,

uccise due giovani militari in un odioso agguato.

Quanta sofferenza, quanta tristezza per questo fatto!

A noi, ragazzi di oggi, rimane l’ammirazione,

ma anche tanto dolore per le loro giovani vite,

in un attimo spazzate via e che,

con gran valore, hanno tenuto alto il nome dell’Italia.

(CLAUDIA GIOVANI)

Oggi, nonostante siano passati tanti anni, è giusto ricordare questi due giovani EROI, che hanno perso la vita per garantire la sicurezza a noi cittadini. (GIORGIA SALETTA)

Secondo me non sono persone normali, sono eroi; è grazie a loro che noi siamo qua. Quindi bisogna solo dire GRAZIE! (MICHELE BARTOLINI)

Tutti dovrebbero ricordarsi di due carabinieri così coraggiosi da perdere le loro vite per le altre persone! RIPOSATE IN PACE (FRANCESCA CATALANO)

Molto spesso parliamo di idoli, quelli che involontariamente ci fanno stare bene e che trovano un posto nel nostro cuore…ma chi sono i veri eroi? Ognuno la pensa come vuole; secondo me un eroe è chi, pur di vederti stare bene, farebbe di tutto. Ovviamente non tutti hanno il coraggio di Euro e di Giuseppe, che per difendere il nostro Paese hanno perso la vita; non mi sento all’altezza di scrivere, ma riesco solo a dirvi grazie. Spero vivamente che un fatto del genere non accada più e che non venga dimenticato. (VITTORIA SALETTI)

Per i due carabinieri che hanno dimostrato tanto coraggio provo stima e rispetto. Credo che questo grande valore lo abbiano in pochi. (VALENTINO CASELLI)

Ad oggi dovremmo ricordare il coraggio dei due carabinieri che, pur di salvare gli altri, hanno sacrificato la loro vita. RIPOSATE IN PACE EROI! (ROSALIA DI MARTINO)

Ammiro molto il coraggio dimostrato da questi due carabinieri che, credendo nella loro divisa, hanno perso la loro vita, lasciando così anche i loro cari, per difendere e proteggere la società. (NADIA TRIPI)

Il terrorismo è una delle piaghe che colpisce ancora oggi, in qualunque luogo e quando vuole, ma nessuno si sarebbe aspettato che in un paese come Monteroni potesse essere compiuto un atto così brutale verso quei due carabinieri, che sarebbe dovuti tornare alle loro case, come ogni giorno. (GABRIELE BERTOLI)

Trentotto anni fa sono deceduti due ragazzi, che con coraggio hanno difeso una piccola cittadina, svolgendo il proprio lavoro. Poteva andare in tutt’altro modo, se solo avessero fatto una semplice chiamata, ma il loro altruismo verso i loro concittadini li ha fatti agire. Anche se ci rattrista pensare alla loro perdita, li ricorderemo sempre come dei veri eroi. (DENISE POTESTIO)

La tragedia a Monteroni: due carabinieri,due eroi, che hanno difeso gli altri cittadini, perdendo la loro vita per mano di terroristi. (MUHAMED REKA)

L’essere carabiniere comporta diritti e doveri, come li ha ogni uomo. Ecco, prima di essere carabiniere, i giovani ragazzi erano uomini. I nostri carabinieri, il 21 gennaio 1982, hanno compiuto il loro dovere… Noi, ragazzi di oggi, che molto spesso non ci voltiamo indietro, possiamo solo ammirarli. Noi dobbiamo avere il loro coraggio. Con il loro coraggio sono diventati eroi della nostra piccola cittadina. (CRISTEL AQUILIO)

Quando la storia passa da paesi piccoli, come Monteroni, lascia un segno indelebile nei ricordi di tutti. Grazie al coraggio di questi due giovani eroi, che hanno donato la propria vita immolandosi per una giusta causa! (FEDERICO TOLLI)

Condividi

Ricerca Notizia