Ti trovi qui:Home»La storia»Radi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Radi

La località fu chiamata fino al secolo scorso "Radi di Creta".
Radi fu un Castello che fu della famiglia Placidi e ne abbiamo notizie fin dal 1079. Tra le sue chiese risulta quella di San Biagio (1220) e quella di S. Pietro (1238). La chiesa di San Pietro, in stile romanico è ancora oggi esistente.
Nel 1365/1366 la Compagnia di Ventura di Giovanni Acuto espugna e incendia il castello di Radi. La famiglia Placidi provvide in breve tempo a restaurarlo ma nel 1393 fu nuovamente espugnato dai Fiorentini che, dopo avere ucciso ventidue uomini, lo dettero alle fiamme riducendolo, come narra il Tizio nelle sue "Cronache", ad un cumulo di macerie. Nel 1666 Radi viene acquistato dal marchese Metello Bichi i cui eredi sono ancora oggi i proprietari.

    Radi di Creta

Altro in questa categoria: « Ponte d'Arbia Ville Petroni e Saltemnano »